• NOITREK

All’ombra dei pini secolari


Andremo alla scoperta della Pineta di Castel Fusano, parco che fa parte della Riserva Naturale del Litorale Romano, e costituisce la più vasta area di verde pubblica di Roma Capitale, unica sia per la vegetazione, più o meno fitta a seconda che vi domini il Leccio o il Pino domestico, sia per la ricchezza faunistica.

La pineta, di origine artificiale, è stata impiantata nel 1700, a scopi produttivi, ed è oggi utilizzata da un gran numero di cittadini per svago.

Dal punto di vista faunistico la Pineta di Castel Fusano è un’area di estremo interesse per la presenza di specie ornitiche tipiche di boschi maturi, quali il Picchio rosso maggiore, il Picchio verde, il Picchio muratore, il Rampichino e il Rigogolo. Il parco è abitato anche da piccoli mammiferi come l’Istrice, il Tasso e il Cinghiale e, tra i Rettili, la Testuggine di Hermann, la Natrice dal collare, il Cervone, la Coronella austriaca e la Vipera.

Non mancano neanche monumenti archeologici importanti, come il tratto dell’antica Via Severiana come anche i resti della cosiddetta Villa di Plinio.

ACCOMPAGNA
GAE (Tessera Aigae n° LA467) Melinda Ugrenic 3357183204

APPUNTAMENTO:
ore 09.30 alla stazione Cristoforo Colombo ad Ostia Lido

CONTRIBUTO ASSOCIATIVO DI PARTECIPAZIONE € 10

INFO E PRENOTAZIONI:
GAE (Tessera Aigae n° LA467) Melinda Ugrenic 3357183204

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:
INVIARE UN MESSAGGIO SU WHATSAPP AL NUMERO 3357183204 o via e-mail: melindaugrenic@gmail.com

Tessera Federtrek obbligatoria (possibilità di farla alla partenza 15,00 euro, validità 365 gg dalla data di emissione).

Gli itinerari potranno subire variazioni in base alle condizioni atmosferiche o nel caso in cui i percorsi non fossero ritenuti sicuri dagli accompagnatori.

ll tesserato ha letto e approva il seguente elenco di misure di sicurezza, di impegnarsi a metterlo in atto in occasione dell’escursione in data odierna e dichiara altresì di liberare gli accompagnatori FederTrek da qualsivoglia responsabilità in merito al rischio di contagi.

L’accompagnatore verificherà il rispetto delle condizioni di partecipazione all’inizio dell’escursione e potrà prendere decisioni insindacabili per assicurare il rispetto delle condizioni di sicurezza.

NON si può prendere parte all’escursione per una qualsiasi delle seguenti ragioni:

  • se prima di una escursione si lamentano sintomi di infezioni respiratorie (febbre, tosse, raffreddore);
  • se si ha avuto contatti con persone affette da COVID-19 nei 15 giorni precedenti l’escursione;
  • se non si è prenotata per tempo la partecipazione all’escursione (non è possibile partecipare in quanto le misure di sicurezza e lo svolgimento delle escursioni sono state organizzati sulla base del numero dei prenotati).

Come organizzarsi per partecipare all’escursione:

  • Avere sempre con sé più di una mascherina e soluzione alcoolica disinfettante secondo le indicazioni COVID-19. In caso si sporcasse o si bagnasse, è importante avere delle mascherine di ricambio e non rimanere sprovvisti.
  • Essere autosufficiente per quanto riguarda cibo e acqua.
  • I partecipanti devono attenersi scrupolosamente alle indicazioni degli accompagnatori, pena la decadenza del rapporto di affidamento e l’eventuale responsabilità degli stessi.

Quale distanza tenere dai compagni di escursione:

  • Con i propri compagni di escursione mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno 1 metro di raggio (poco più di un braccio). Indossare la mascherina quando non è possibile rispettare tali distanze.
  • Durante la camminata mantenere la distanza di sicurezza di almeno 2 metri di raggio (due braccia e poco più). Indossare la mascherina quando non è possibile rispettare tali distanze.

Come ridurre il rischio di contagio:

  • Non toccarsi occhi, naso e bocca. Ci si infetta facilmente con i patogeni se portati a contatto con le mucose.
  • Indossare la mascherina, meglio se chirurgica, soprattutto nei momenti di sosta e laddove si sia costretti ad avvicinarsi.
  • Durante la camminata igienizzare spesso le mani con una soluzione disinfettante, e fallo in particolar modo nel momento di manipolare cibo e bevande.
  • Portare guanti monouso, da utilizzarsi esclusivamente in caso di necessità.
  • Se si utilizzano i bastoncini per la camminata, usare sempre le proprie o di un congiunto.
  • Evitare di affollarsi nei momenti di stazionamento o in prossimità di una strettoia.
  • Non scambiare cibo e/o bevande con i compagni di escursione.
  • Manipolare solo il proprio smartphone e non passarlo o farlo manipolare ad un compagno di escursione.
  • Informarsi sulla difficoltà del percorso e valutare con prudenza la tua forma fisica: dopo un periodo di inattività potresti non essere così preparato come pensi.

Per altre escursioni visitare il sito www@noitrek.it

 


Torna in alto