• NOITREK

Dal Parco della Poiesis alla Vita Selvaggia dell’Insugherata


 

È possibile trasformare una struttura dismessa e in gran parte inutilizzata in un ambiente di rigenerazione e di cultura?

Questa è stata la sfida che lo scrittore Maurizio Mequio ha lanciato alcuni anni fa prima di tutto a se stesso. Con il supporto delle istituzioni e delle strutture interne all’ex manicomio ma soprattutto sulla scia della appena “liberata” rinascita artistica di alcuni ex internati, ha progettato una vasta opera di Street Art coinvolgendo gli artisti del collettivo Muracci Nostri. Una sfida non indifferente che come vedremo ha generato una particolare atmosfera all’interno di questo bellissimo parco di Santa Maria della Pietà.

Camminando sui viali tra una florida vegetazione in contrasto con i molti edifici ancora abbandonati, schivando transenne e nastri di restauro, saremo spesso sorpresi di scorgere luci e colori addossati alle pareti delle diverse costruzioni. E come spesso avviene in questa diffusa forma d’arte ci colpirà senz’altro la straordinaria intuizione dei giovani artisti di trasformare in bellezza anche le strutture minori dei manufatti come le porte, le finestre, le tubature e tutto ciò che sarebbe da intralcio alla realizzazione delle opere.

Si perché di vere e proprie opere d’arte si tratta, opere contemporanee, legate alla dura e tenera realtà delle anime sospese in questo ambiente ma anche ai ritmi e alle esigenze della vita dei nostri giorni: veloci, sfrontate, abbaglianti. Certamente frutto di profondità e ricerca, di impegno e creatività e soprattutto di quel sentire contemporaneamente ampio e interiore che soltanto gli artisti in ogni tempo hanno saputo cogliere. Lasceremo che siano le opere a parlarci, solo qualche breve indicazione, qua e la per aiutare i nostri sensi a cogliere “Le cose che non si vedono”, a carpire l’espressione dell’animo coscienti che “L’essenziale è invisibile agli occhi”.

È possibile la convivenza tra ambiente rurale e selvaggio in un area immersa nella città?

Un salto al di là della via Trionfale e ci troveremo immersi in un luogo contemporaneamente rurale e selvaggio per rispettare il quale cammineremo “in punta di piedi” lungo un tratto della via Francigena e per i sentieri più belli e più suggestivi della Riserva Naturale dell’Insugherata mostrando, specie a chi non la conosce, quali sono le meraviglie di questa area protetta.

La Riserva è un concentrato di biodiversità: alberi di molte specie e, tra le numerose affascinanti sughere, con attenzione e rispetto potremmo raggiungere l’affascinante quercia di Fibonacci!

La fauna a parte i cinghiali è quella dell’Appennino ed è quindi ricca di istrici, tassi, volpi, ricci, rettili, anfibi e numerose specie di uccelli compresi rapaci diurni e notturni. Con i sensi accesi e con un pò di fortuna potremmo scovare anche delle conchiglie fossili o piccoli frammenti di vasi etruschi o frammenti di marmo: le tracce di civiltà antiche che hanno abitato l’Insugherata: sicuramente gli Etruschi e i Romani ma probabilmente anche i leggendari Siculi hanno almeno attraversato questa terra quando, giunti da oriente, sfuggendo ai popoli guerrieri si sono spostati verso il sud, fino nell’isola Castellucciana … ma questa è un’altra storia.

CARATTERISTICHE ESCURSIONE Difficoltà: T Dislivello: 300 mt. circa; Lunghezza: 12 Km circa; Durata: giornata intera.

PUNTO RITROVO: ore 9.30 nel giardino di fronte l’ingresso principale, in Piazza Santa Maria della Pietà, 5. A 350 metri dalla Stazione di Monte Mario, della Ferrovia FL3.

Equipaggiamento OBBLIGATORIO: Zaino, scarpe da trekking, guscio anti pioggia , pantaloni lunghi, cappello e guanti, abbigliamento a strati possibilmente con indumenti tecnici traspiranti, giacca antivento/antipioggia, pile. Equipaggiamento CONSIGLIATO: Bastoncini da trekking, occhiali da sole, un ricambio d’abbigliamento asciutto, crema protezione solare.

Alimentazione: Acqua (almeno 1,5 l), pranzo al sacco (consigliati pasti leggeri e facilmente digeribili, frutta secca e/o disidratata).Contributo associativo di partecipazione 15,00 €

Accompagna: ATUV Vinicio La Pietra 3457345608. Prenotare tramite WH con nome, cognome e numero tessera Federtrek Oppure via modulo online a questo link: https://forms.gle/JYxUcQE8hTxbLUa1A

Evento riservato ai soci in regola con il tesseramento. Tessera Federtrek (15€ ove non presente)

Gli itinerari potranno subire variazioni in base alle condizioni meteo o nel caso in cui i percorsi non fossero ritenuti sicuri dagli accompagnatori.

DISPOSIZIONI ANTI COVID-19

Per favore leggi con attenzione le raccomandazioni di FederTrek per partecipare all’escursione in tutta sicurezza: http://www.federtrek.org/?p=3836#3n09i7t2r5e2k

 

ELENCO COMPLETO DELLE ESCURSIONI SU:

Visita il sito: www.noitrek.it

Seguici su Telegram: https://t.me/joinchat/WNnU7RPz-Z7-5AeX

Metti “mi piace” alla nostra pagina ufficiale:

https://www.facebook.com/Noitrek

 

Iscriviti al gruppo della nostra comunità:

https://www.facebook.com/groups/467008183834051/

CHI VUOLE RICEVERE LA NOSTRA NEWSLETTER PUÒ ISCRIVERSI:

– Alla nostra mailing list tramite questo link: https://www.noitrek.it/newsletter/

– Al nostro canale Telegram: https://t.me/joinchat/WNnU7RPz-Z7-5AeX


Torna in alto